Altra Olympus 2.0: scarpe da ginnastica da trail con grande ammortizzazione

Allora comminciamo…

Una recensione della sneaker da trail Altra Olympus 2.0 con grande ammortizzazione, punta larga e zero drop nella suola.

Visto che è la prima volta che abbiamo avuto delle sneakers Altra nella nostra recensione, iniziamo con un’introduzione al marchio. Altra è un’azienda americana piuttosto giovane che produce scarpe da trail e road running dal 2009.

La loro peculiarità è “zero drop” – il piede nella scarpa si trova nella posizione più naturale durante la corsa, senza alcun dislivello dalla punta al tallone, come nella maggior parte delle marche da corsa. Una sorta di minimalismo con dettagli riconoscibili.

Questa è la terza volta che il modello viene rilanciato, anche se si chiama Olympus 2.0. Rispetto al modello precedente, questo è più leggero, più rigido e più semplice nel design. Detto questo, il tradizionale zero drop, la punta larga e la grande ammortizzazione rimangono nell’Olimpo.

Aspetto

Qui c’è molto di cui parlare e di cui discutere. Anche se nel mondo delle scarpe da corsa nessuno sarà più sorpreso da scarpe da ginnastica con un design particolare, le Altra hanno un aspetto insolito – questo è un dato di fatto.

Esternamente, la sneaker può sembrare grande e pesante, anche in confronto al resto della formazione Altra. Ma è una questione di gusti. Ad alcuni piacciono, ad altri si abituano col tempo. Conosco alcuni corridori che non vogliono provare l’Altra per motivi estetici.

Top

L’intera tomaia è realizzata in un solido pezzo di tessuto traspirante con passacavi sui pannelli laterali. Nessun elemento superfluo, anche i loghi sono incollati piuttosto che cuciti.

Il materiale è composto da diversi strati ed è ben ventilato. Abbiamo iniziato i nostri test in inverno, così abbiamo avuto il tempo di correrci sia con la neve che con la fanghiglia. A causa della densità del materiale l’umidità non entra immediatamente all’interno della scarpa, ma allo stesso tempo si asciuga rapidamente dopo essersi bagnata.

Lacci

I fori di allacciatura sono laminati, il che aumenta la loro resistenza. Non ho riscontrato casi in cui queste particolari parti si siano strappate, però. La parte di allacciatura è piuttosto stretta e questo può essere uno svantaggio per i corridori con piedi stretti, in quanto può essere difficile da bloccare.

Durante la corsa, ho dovuto ritirare regolarmente i lacci per ottenere una perfetta vestibilità della scarpa. Questa è una storia comune per le scarpe da ginnastica, ma con l’Olympus ho dovuto farlo abbastanza spesso. Il mio piede si è sistemato in una posizione comoda solo dopo 100 – 150 km di corsa.

I lacci non sono scivolosi, tengono bene l’arco, ma sono inutilmente lunghi. Anche se allacciato in tutti i fori, l’arco rimane molto grande e può rimanere impigliato sui rami durante la corsa.

Una delle caratteristiche dell’Altra è l’ampia parte anteriore della sneaker che segue la forma delle dita dei piedi. Questo non significa che queste scarpe da ginnastica si adattino solo ai corridori con i piedi larghi.

Per tutti gli altri, questa forma può anche funzionare, ma bisogna abituarsi alla sensazione di libertà dei piedi. Libertà delle dita! Particolarmente utile per allenamenti lunghi e ultramaratone, quando i piedi si gonfiano e aumentano di dimensione.

All’esterno, c’è un denso pezzo di gomma sul davanti per proteggere le dita dei piedi dall’impatto con rocce, radici, ecc. Inoltre, la parte in gomma della suola si arriccia in alto e crea una protezione extra al centro.

Sono soddisfatto del livello di protezione sui sentieri.

Lingua

Si sente il livello di protezione sulle suole di questi allenatori. È molto morbido e solido con un basso rialzo. Non si sentiva la differenza. Non si può giocherellare con queste scarpe da ginnastica perché la tomaia è cucita da due inserti di stoffa a piedi. Gli stessi inserti impediscono l’ingresso di sporcizia e piccoli detriti.

Il velcro è progettato per fissare le ghette – copriscarpe per scarpe da ginnastica che coprono la parte superiore della scarpa fino alle caviglie. L’idea è buona, in quanto i geiters proteggono i piedi dall’umidità, dallo sporco, dalla neve e da piccoli detriti.

Tuttavia, gli zeiters nativi di Altra non erano i più pratici – sono leggeri, sottili e non si adattano bene alla scarpa da ginnastica. Forse saranno aggiornati in futuro, ma per ora è un pezzo di stoffa inutile.

Pelle interna.

La calzata del piede in queste scarpe da ginnastica richiede un po ‘di abituarsi a causa della punta larga. Il tacco rimane bello stretto, non mi dà fastidio e non ho avuto bisogno di ulteriore supporto. Nonostante il fatto che l’intero interno sia realizzato con tecnologia senza soluzione di continuità, le prime corse mi hanno lasciato sfregare le dita dei piedi in corrispondenza delle giunture del morbido tessuto e della gomma.

Soletta

La calzata del piede in queste scarpe da ginnastica richiede un po ‘di abituarsi a causa della punta larga. Il tacco rimane bello stretto, non irrita, e non ho avuto bisogno di ritenzione supplementare. Nonostante il fatto che l’intero interno sia realizzato con tecnologia senza soluzione di continuità, le prime corse mi hanno lasciato sfregare le dita dei piedi in corrispondenza delle giunture del morbido tessuto e della gomma.

Intersuole (intersuola)

Dall’esterno, può sembrare che la persona che corre nell’Altra Olympus corra sui trampoli. E la domanda sorge subito spontanea: non ha paura di torcere il piede, soprattutto sui sentieri? Infatti, il piede nella scarpa è molto più profondo di quanto sembr

L’intera suola è alta 36 mm, ma solo 20 mm sotto il piede. Il resto della gomma si trova a livello del piede e quindi fornisce una protezione aggiuntiva contro gli urti laterali e la stabilizzazione.

La seconda parte della suola è costituita da gomma grigia, che accoppiata al sottopiede assorbe tutti gli urti. Questo modello non ha un supporto laterale ed è progettato per i pattini con un posizionamento neutro del piede.

A favore di una calzata a piede alto, le calze hanno meno probabilità di colpire le rocce e le radici durante la corsa.

Con così tanta schiuma ammortizzante, ci si aspetterebbe che i piedi affondassero nella morbidezza e quindi rallentassero, ma no – la schiuma si è dimostrata abbastanza reattiva. Non è stata rilevata alcuna sensazione di marshmallows che si diffondono sotto i piedi.

Suola

Avendo letto le nostre recensioni, probabilmente sapete già che esiste una gomma resistente all’abrasione prodotta da Vibram. L’Olympus utilizza Vibram Megagrip, un tipo speciale di gomma più morbida e appiccicosa. I vantaggi del Megagrip possono essere percepiti su superfici bagnate e scivolose.

Nell’Olympus Megagrip corre lungo il bordo della suola e nell’avampiede. In tutto il resto del piede sporge una gomma grigia per l’intersuola. Questa gomma è leggermente più morbida e leggera del vibram, che ha reso la sneaker più leggera, ma c’è la possibilità che questa parte si consumi più velocemente.

Non c’è una piastra di protezione per la roccia nella suola, ma la schiuma spessa fa un buon lavoro per proteggere la suola da oggetti appuntiti. Spesso, dopo un lungo percorso su superfici rocciose in scarpe da ginnastica con suole sottili, i piedi si bruciano. L’Olimpo non ha problemi, tutto è morbido e confortevole.

Battistrada

Quello che mi ha davvero sorpreso delle scarpe da ginnastica è stata la presa. Non si direbbe dall’aspetto che questa suola aderisce perfettamente a qualsiasi superficie, sia che si tratti di ghiaia asciutta e sciolta o di argilla bagnata e scivolosa.

Quando si corre in salita, le punte sulla parte anteriore della suola scavano in superficie, e quando si corre in discesa, l’aderenza è per lo più sul retro della sneaker.

Abbiamo iniziato a testare l’Olympus già in inverno – e anche allora, sulla neve, si sono comportati bene.

Conclusioni

Sono una persona curiosa, e sono pronta per una sperimentazione costante, anche con le attrezzature da corsa. E a un certo punto ho dovuto provare l’Altra.

È molto interessante osservare lo sviluppo di questa azienda. La sua storia mi ricorda per certi versi la storia delle Crocs: è apparsa una scarpa interessante e insolita, ma dall’aspetto strano. Tutti quelli che l’hanno provata dicono che è incredibilmente confortevole. Ma aspetta, non è bello! E la questione dell’estetica? Poi una stagione o due o tre passaggi e il marchio ha modelli diversi, più elaborati ed eleganti. Questo è il caso di Altra. I primi coraggiosi esploratori non hanno temuto la condanna della corsa della comunità, hanno cominciato a provare e si sono accontentati.

Allontanandosi dalla controversa questione dell’aspetto, il punto è che si tratta di una sneaker con una buona suola Vibram Megagrip tenace, una calzata stabile e una tomaia stretta ma ben ventilata.

Se avete pianificato di provare le sneakers da trail con piede largo, zero drop e ottima ammortizzazione per lungo tempo, l’Altra Olympus 2.0 sarebbe un’ottima scelta. Nella terza riedizione di questo modello, Altra ha eliminato tutti i precedenti difetti funzionali e ha fatto un buon lavoro con il design. L’Olympus sarà adatto sia per i sentieri forestali che per i sentieri tecnici di montagna.

Pro :

  • Grande ammortizzazione
  • Buona protezione delle dita e del pannello laterale
  • Intersuola Vibram Megagrip
  • Ampio sottopiede anatomico
  • Caduta zero

Contro:

  • Lacci lunghi
  • Strane ghette
  • Necessità di abituarsi alla misura (strofinato all’inizio).
  • Costo: ca. 105 EUR

Lorenzo Begun

-300 giorni di funzionamento ogni anno -1500 km ogni anno -2 maratone ogni anno -4 mezze maratone ogni anno Salute Italia per tutti! Mail:robertlamp10[.@.]gmail.com

View all posts by Lorenzo Begun →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *