Nike Air Zoom Pegasus 34

Nike Air Zoom Pegasus 34 – Recensione della scarpa da corsa

La linea Nike Pegasus è in produzione da oltre 30 anni, 34 per essere esatti. E come avrete già intuito, questa è la 34esima edizione di uno dei modelli di maggior successo di Nike. Questa versione mantiene il meglio dei modelli precedenti e aggiunge piccoli miglioramenti. Nike Air Zoom Pegasus 34 è una buona sneaker da allenamento della serie neutra ad un prezzo ragionevole.

Il nostro verdetto

La Nike Air Zoom Pegasus 34 è una vera e provata sneaker di Nike, durevole, affidabile, con un classico set di qualità migliori. Aspetto elegante, prezzo adeguato – comprandoli, si vince senza dubbio.

Nike Air Zoom Pegasus 34 – scarpe da ginnastica della categoria “per tutte le occasioni”. Soddisferanno le esigenze di una vasta gamma di corridori, e ad un prezzo ragionevole. Hanno una piattaforma neutra con un dislivello di 10 mm e pesano circa 295 g per una taglia 10 da uomo.

Il modello Saucony Ride ha caratteristiche simili. Questi modelli di sneaker non sono l’ultima novità nella tecnologia delle scarpe da corsa, ma sono adatti a corridori di tutti i livelli in termini di prestazioni.

La Nike Air Zoom Pegasus 34 è l’unica sneaker con ammortizzazione ad aria (da cui il termine “Air Zoom” nel nome), ma useremo ulteriormente il nome “Nike Pegasus 34” per la maggior parte della recensione, per brevità.

Nike Air Zoom Pegasus 34

Nike Air Zoom Pegasus 34 – Informazioni generali

Una linea di sneaker che è stata in sviluppo per oltre 30 anni è una rarità. Questo può significare solo una cosa – un certo ritrovamento Nike che è diventato un costante “highlight” per i corridori. Durante la creazione del modello ha proceduto dall’idea che le scarpe dovrebbero essere durevole, confortevole, con componenti di alta qualità, ma poco costoso. Di conseguenza, le sneakers non abbagliano con le ultime innovazioni tecnologiche, come i modelli Nike più costosi, come il LunarEpic Flyknit; né soluzioni di design sbalorditive, al limite dell’assurdo, come, ad esempio, lo Zoom VaporFly Elite. Contengono solo le tecnologie di provata efficacia offerte da Nike in questo momento.

READ  Recensione Delle Scarpe da Corsa Nike Downshifter 10

La versione precedente della sneaker pesava leggermente di più, 306g (quella nuova è 295g), quindi se vai per la nuova versione, sentirai una leggera accelerazione.

L’intersuola è quasi identica alla versione precedente, così come la costruzione generale della tomaia. Le differenze più evidenti rispetto al suo predecessore sono più fori nella punta della maglia, fili Flywire meno prominenti sui lati e un rivestimento esterno più liscio sul sedere.

Suola Nike Pegasus 34

Nelle nostre osservazioni, il modo migliore per riconoscere la linea Nike Pegasus è guardare la loro suola. Siamo sinceramente sorpresi di come Nike si sia attenuta allo stesso modello per tutto il tempo – 2 “pad” con sporgenze quadrate lungo l’interno, e strisce ammortizzanti lungo l’esterno. Pensiamo che stiano seguendo il principio “Non vale la pena aggiustare qualcosa che non si è rotto; basta modificarlo un po’ e vedere come si vende”

suola Nike Air Zoom Pegasus 34

Questo strato esterno di sottopiede è straordinariamente forte, ma senza essere eccessivamente pesante. Non ha la copertura densa che ha la Saucony Freedom Iso. Il minimo necessario per mantenere la durata. La suola è buona sulla pista, sulla strada asfaltata e sul trainer, e anche il pavimento bagnato non è un problema, a differenza delle suole a base di schiuma della linea Nike Free.

Il plantare standard della Pegasus è la schiuma Premium Cushlon, con cuscini Zoom Air nella zona della punta e del tallone.

La schiuma Cushlon è un passo avanti rispetto alla schiuma Phylon (EVA) sviluppata da Nike. Ha aggiunto la gomma alla sua composizione, rendendola più leggera e più reattiva. Lo Zoom Air è un air bag a basso profilo progettato per ridurre il peso della sneaker e fornire ammortizzazione all’atterraggio. È molto ben costruito e sembra più una schiuma morbida che un cuscino d’aria. Se hai bisogno di un’ammortizzazione ancora maggiore, prova i modelli Nike con schiuma Lunarlon, come la Nike Lunar Tempo.

READ  Recensione delle scarpe da ginnastica Nike LunarGlide 6
intersuola Nike Air Zoom Pegasus 34

E in cima a tutto c’è la soletta firmata Nike, che consiste in un “cuscino” spesso 5 mm e uno strato di 0,5 mm di tessuto traspirante al neon. Le solette spesse più di 2 mm sono troppo morbide per le prime centinaia di chilometri, poi il tuo piede preme gradualmente la schiuma per adattarla al tuo piede. Ecco perché a volte è così difficile trovare delle scarpe nuove che calzino comodamente come le tue amate vecchie.

Tomaia Nike Air Zoom Pegasus 34

Guardando la tomaia di questa sneaker, possiamo concludere che Nike ha cercato di fornire ai corridori comfort, senza rischiare nulla. Non c’è nessun tessuto eccessivamente elastico come la linea Free Motion Flyknit, nessun polsino che solleva il tallone, e nessun tallone troppo largo che può calpestare. C’è un equilibrio tra flessibilità e stabilità qui, grazie alla tomaia Flymesh (rete appositamente costruita), una silhouette stretta su tutta la superficie della sneaker, con una singola cucitura sul tallone. Questa maglia è abbastanza solida, con diverse aperture a forma di bolla in punta, fatte ai lati dell’allacciatura per la ventilazione.

L’unico elemento con una struttura solida è nella zona del tallone. Secondo noi, questa struttura è ideale. Permette di tirare la sneaker sul piede senza allentare i lacci e senza il rischio di inchiodare il tallone. Il sottile strato esterno sul retro del tallone ha diverse strisce di materiale riflettente, che è molto buono per le sneakers da allenamento.

Tomaia 2 Nike Air Zoom Pegasus 34

La proprietà superiore più degna di nota è la zona intorno al sistema di allacciatura. Il sistema Flyknit del modello precedente di Nike è mantenuto qui, ma la maggior parte dei fili di supporto sono nascosti sotto una speciale trama “engineered mesh”. Sono visibili solo le parti superiori dei passanti in cui passano i lacci. Dove i lacci corrono attraverso i passanti Flyknit, un robusto overlay di colore chiaro è cucito per rinforzare il sistema di allacciatura. In questo modo, la tomaia sembra ordinata senza aggiungere ingombranti sovrapposizioni di tessuto.

READ  Recensione delle scarpe da corsa Nike Revolution 5
Tomaia Nike Air Zoom Pegasus 34

Un’altra nota importante per quanto riguarda la vestibilità. La lingua sembra più la parte superiore di un “involucro di punta” interno piuttosto che la lingua. Questo tipo di design è sempre più comune nelle scarpe da corsa, insieme alla tomaia a due strati. Lo strato superiore contiene loghi e altri elementi di stile e contiene i lacci, ma non copre completamente l’intera superficie della sneaker, poiché ha una fessura per la lingua. Il secondo strato corre dietro i lacci, fino alla lingua, per una vestibilità più snella e aderente. Un tale sistema fissa la lingua e non penzola durante la corsa, e dà anche alla sneaker una durata extra, sia dentro che fuori.

Nike Air Zoom Pegasus 34 – Conclusione

Nel complesso, questa versione ci è piaciuta. Inoltre, siamo sicuri che chiunque abbia già corso con scarpe da ginnastica Nike sarà soddisfatto.

Ci sono alcune curve nel collo del piede dove piccoli sassolini possono incastrarsi, e il tessuto di rivestimento sul sedere si arrotola un po’, ma nel complesso la funzionalità della sneaker è pienamente coerente con il principio dietro la linea Nike Pegasus: una sneaker da corsa durevole e confortevole per un prezzo ragionevole.

Conclusione Nike Air Zoom Pegasus 34

Se sei un corridore principiante e hai problemi a scegliere la scarpa migliore; o sei un corridore esperto che cerca una sneaker affidabile per l’allenamento di base – in entrambi i casi, dovresti fare la tua prossima corsa con la Nike Air Zoom Pegasus 34.

Lorenzo Begun

-300 giorni di funzionamento ogni anno -1500 km ogni anno -2 maratone ogni anno -4 mezze maratone ogni anno Salute Italia per tutti! Mail:robertlamp10[.@.]gmail.com

View all posts by Lorenzo Begun →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *