Mizuno Wave Sky 4 recensione

Recensione della scarpa da corsa Mizuno Wave Sky 4

Negli ultimi cinque anni, Mizuno ha lavorato duramente per distruggere la reputazione del marchio di fare scarpe resistenti: le Mizuno Wave Ultima, Sky, Horizon e Rider sono state tutte ‘ammorbidite’ e rese più confortevoli. Ma pensiamo che tutti vorrebbero vedere la Mizuno senza la piastra Wave firmata ed eccola qui.

La verità è che le persone più anziane possono ricordare che le scarpe da ginnastica Mizuno erano disponibili anche senza l'”onda”. Il modello Phantom Classic, per esempio. E mentre molti corridori non vogliono che Mizuno abbandoni il Wave, vedendo l’evoluzione di successo e i grandi progressi nell’ammortizzazione di alcuni modelli. Pensiamo che Mizuno abbia fatto bene a rischiare facendo uscire la Mizuno Sky 3 senza la piastra Wave.

Mizuno Wave Sky 4

Il risultato è stato sorprendente.

Di solito si può fare bene o male al primo tentativo, ma è possibile fare molto bene? Sì, la Mizuno Wave Sky 3 non solo ha avuto successo contro la Asics Gel Nimbus 21, Brooks Glycerin 17, Saucony Triumph ISO 5, adidas Ultra Boost 19, Nike Vomero… ma in alcuni casi li ha superati.

L’intersuola di Mizuno Wave Sky 4

L’aggiornamento chiave della serie Wave Sky sta nel “telaio”. Non solo la geometria è cambiata, ma la piastra Pebax (che è stata usata nelle scarpe Mizuno per 23 anni) è sparita. C’è anche l’ultima tecnologia per portare la Mizuno Wave Sky 4 al livello successivo.

Il modello ha un profilo di 31 mm nel tallone e 21 mm nella parte anteriore con un drop corrispondente di 10 mm, indicando che stiamo guardando una scarpa progettata principalmente per gli appassionati di corsa “dal tallone”. Questo non è sorprendente dato il pubblico per il quale la gamma Sky è stata progettata: corridori di peso medio-pesante per corse a ritmo medio-lento.

La base della scarpa rimane ampia per garantire una buona stabilità.

La stabilità è uno dei punti che è cambiato molto da quando il trainer Wave Sky presentava una piastra Pebax. Le Mizuno Wave Sky 3 e 4 non sono così stabili come le versioni precedenti, ma sono ancora una delle scarpe da ginnastica più stabili nel loro segmento.

L’intersuola della Sky 4 è composta da tre diversi elementi che Mizuno chiama Wave Foam: U4iCX, Enerzy e XPOP. La schiuma Enerzy si trova proprio sotto la soletta. Come lo strato di schiuma U4iCX, ha una forma ondulata (è una sorta di estetica, quindi si può ancora chiamare il modello Wave), e le differenze nella distanza tra i picchi e le depressioni dell’onda suggeriscono che i progettisti Mizuno hanno studiato attentamente come questa geometria può comportarsi nella dinamica durante una corsa.

La schiuma Enerzy è lo sviluppo più avanzato dell’azienda. Si distingue per la sua maggiore morbidezza e reattività, poiché ha alcuni ingredienti aggiuntivi che migliorano la sua capacità di restituire energia. È di colore diverso e si trova nella parte inferiore dell’intersuola.

READ  Recensione della Mizuno Rider 20 GT-X

XPOP è una nuova mescola che ha debuttato nella Wave Sky 3 e ha portato l’intera linea Mizuno al livello successivo.

Mizuno Wave Sky 4 Intersuola

Gli strati Enerzy e U4iCX sono cavi al centro. Formano una struttura con l’obiettivo di mantenere un buon livello di stabilità mentre forniscono un’alta ammortizzazione in modo che il trainer sia funzionale e non causi problemi.

L’XPOP è racchiuso all’interno di questa “cornice”, è di colore giallo ed è tra gli sviluppi più avanzati della schiuma. XPOP combina due delle tecnologie di maggior successo degli ultimi anni: i palloni gonfiabili in poliuretano termoplastico sono mescolati con poliuretano a bassa densità per ottenere un’elevata morbidezza e reattività.

XPOP ha una durezza di soli 35ed e insieme al gel ASICS è il materiale più morbido che abbiamo misurato. Il vantaggio di XPOP rispetto a questa tecnologia è che offre una reattività molto più elevata e una durata eccellente: XPOP mantiene il 90% dello smorzamento dopo 500 km di utilizzo.

XPOP occupa tutta la parte centrale della scarpa, ma a causa della sua bassa durezza, non può essere usato da solo.

Arriveremo all’argomento dell’ammortizzazione più tardi, ma è una delle migliori sul mercato.

A causa del volume e dei materiali utilizzati per creare il telaio del Wave Sky 4, le scarpe da ginnastica pesano un bel po’.

La Suola di Mizuno Wave Sky 4

Anche la suola Mizuno Wave Sky 4 è cambiata drasticamente, non solo in termini di quello che era il modello, ma anche in termini di modello familiare utilizzato dal marchio giapponese.

Il numero di scanalature di flessione è aumentato da tre a cinque, dando alla scarpa una flessibilità progressiva e corretta in modo che nessun punto sia sovraccaricato.

Rimuovendo la piastra Wave, i designer hanno anche colto l’opportunità di rimodellare la suola. Non vediamo più un tallone con la forma prominente a ferro di cavallo che caratterizzava le scarpe da ginnastica di Mizuno con la piastra Wave. La forma e la distribuzione delle parti in gomma ora si concentrano sull’atterraggio e un rotolo più morbido per abbinare la composizione dell’intersuola.

Quello che ci è piaciuto di più è stato il contatto continuo della suola con il terreno. Mentre la Mizuno Wave Sky 2 aveva solo un contatto continuo con la superficie dalla parte esterna della suola, la Sky 4 (e 3) tocca completamente il terreno sia all’esterno che all’interno. Non solo questo migliora il rollio (che era già buono), ma compensa anche la mancanza di una solida piastra Pebax, che forniva più stabilità. Con lo spazio riempito e il contatto costante con il terreno sotto l’arco del piede, la stabilità del piede è abbastanza buona nonostante la mancanza di un’onda di plastica.

Le scarpe sono ancora molto versatili in termini di terreno: funzionano bene su terreno asciutto e asfalto.

Il battistrada in gomma è cambiato molto, non sono più dei grossi pezzi piatti, ma un insieme di piastrelle concentriche che migliorano la presa nella parte anteriore. Tuttavia, la suola scivola su aree lisce e bagnate.

Un piccolo problema è che le piccole pietre si incastrano tra le tazze di gomma concentriche. Non ve ne accorgerete mentre correte, ma quando arrivate a casa, vi troverete a spuntare dei sassolini particolarmente grandi.

READ  Recensione delle scarpe da corsa Mizuno Wave Inspire 13

Il più grande vantaggio della suola è la sua durata. I predecessori dello Sky 4, il Wave Sky 1, 2, Wave Enigma, erano molto resistenti sotto questo aspetto. La gomma X10 che ricopre la suola della Wave Sky 4 garantisce un’elevata resistenza all’abrasione della scarpa.

Mizuno Wave Sky 4 Suola

Superiore di Mizuno Wave Sky 4

La tomaia delle Mizuno Wave Sky 4 presenta una quantità minima di imbottitura e comfort. Questo è ciò su cui si sono concentrati gli ingegneri di Mizuno nello sviluppo della versione Wave Sky 4.

La maglia è complessa perché è divisa in tre parti: la maglia esterna, lo strato intermedio e la maglia interna.

La maglia esterna è una maglia passante progettata per far entrare l’aria molto facilmente.

Lo strato intermedio lavora in combinazione con lo strato esterno e assicura una vestibilità uniforme della tomaia sul piede.

La maglia interna è molto più spessa, formando una calza dalla punta alla caviglia, con la lingua integrata.

Questa soluzione ha lo scopo di migliorare il comfort. Poche scarpe sul mercato possono offrire questo, e fornisce anche una vestibilità uniforme e una struttura superiore, permettendo a Mizuno di fare a meno del rinforzo cucito che abbiamo visto anni fa.

Mizuno Wave Sky 4 Superiore

La Mizuno Wave Sky 4 mantiene la ritenzione rigida a coppa intorno al tallone. Questa caratteristica del design viene mantenuta in tutti i modelli Mizuno anno dopo anno. Il logo Mizuno, l'”uccellino”, è l’unico elemento solido insieme alla guarnizione modellata che rinforza l’allacciatura.

Questo significa meno controllo sul piede. Ma nel complesso, mentre il modello ha perso in stabilità e supporto, ha abbastanza di entrambi per soddisfare la maggior parte degli utenti tipici.

Il collare intorno alla caviglia è fatto di imbottitura felpata.

La Mizuno Wave Sky 4 non ha bisogno di una coppa molto rigida intorno al tallone come gli anni precedenti, dato che il modello non ha una piastra wave, ma Mizuno si attiene alla vecchia filosofia. Con questo supporto, non avrai problemi di stabilità della caviglia quando atterri.

La parte esterna della tomaia ha gli immancabili inserti riflettenti, il che è ben accetto.

La ventilazione non è male considerando quanti strati di mesh ci sono nella scarpa. Grazie alla morbida soletta e all’imbottitura a sbuffo, si genera molto calore all’interno del trainer. Ma grazie all’ampia imbottitura del tallone, l’aria entra ed esce facilmente e il tuo piede non si surriscalda.

La Mizuno Wave Sky 4 è stata creata per i corridori che sono alla ricerca di una scarpa super confortevole per la corsa lenta, o che hanno molto peso e vogliono un trainer altamente ammortizzato e ragionevolmente stabile.

La calzata del piede medio è abbastanza standard, e pensiamo che la tomaia possa adattarsi bene a quasi tutti i tipi di piede. La maglia non ha sovrapposizioni intorno all’arco e tiene bene questa zona, ma il supporto in questa zona non è affatto invadente o rigido.

Forse l’avampiede è la chiave per capire se queste scarpe da ginnastica ti andranno bene. Se hai un piede stretto, questa non è la tua scarpa perché la sua vestibilità nella parte anteriore è relativamente generosa, Per un piede di larghezza normale, la Mizuno Wave Sky 4 funziona molto bene e ti dà molto spazio.

READ  Recensione della Mizuno Wave Ultima 11

Per i piedi larghi, questa è probabilmente la migliore scarpa del segmento. Inoltre, la costruzione della tomaia è intelligente e non limita il piede.

Il dimensionamento, come sempre con le scarpe da ginnastica Mizuno, è all’altezza degli standard. La verità è che non possiamo ricordare l’ultima volta che abbiamo avuto un problema con Mizuno in questo senso.

Conclusione

Nel corso degli anni, nelle conversazioni con le persone del mondo della corsa, abbiamo sviluppato un’opinione generale su Mizuno: era un marchio un po’ riluttante a provare cose nuove, ma tutti volevamo vedere cosa avrebbe potuto ottenere se avesse creato modelli senza la piastra Wave.

Mizuno Wave Sky 4 Scarpe da corsa

Queste non sono più le tipiche scarpe da ginnastica Mizuno a cui si potrebbe pensare. Questa scarpa è ora molto più simile ai suoi principali rivali e, infatti, è più morbida della maggior parte di loro e ha una buona reattività.

La loro piattaforma ha un rollio uniforme e regolare e un ottimo equilibrio tra ammortizzazione anteriore e posteriore.

La schiuma XPOP+Enerzy ha cambiato completamente la percezione del trainer: è flessibile all’atterraggio e poi molleggia (restituisce energia) piacevolmente, il che separa la Mizuno Wave Sky 4 dalle versioni precedenti e dai trainer che usano solo EVA nell’intersuola.

La Mizuno Wave Sky 4 è uno dei modelli migliori e più ammortizzati sul mercato: combina una grande ammortizzazione nella parte posteriore con un successivo energico rollio in avanti.

Ci sono aspetti dello Sky 4 che devono essere migliorati, come la loro pesantezza. Ma non pensiamo che questi aspetti saranno notati dal tipico acquirente di questo modello. La Mizuno Wave Sky 4 non è solo moderna e innovativa, ma anche molto resistente, morbida, confortevole, spaziosa e con ottime caratteristiche di corsa.

Lorenzo Begun

-300 giorni di funzionamento ogni anno -1500 km ogni anno -2 maratone ogni anno -4 mezze maratone ogni anno Salute Italia per tutti! Mail:robertlamp10[.@.]gmail.com

View all posts by Lorenzo Begun →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *