Recensione di Saucony Peregrine 10 ST – scarpe da ginnastica da trail per fango e neve

ImmagineTitoloPrezzoLink
saucony-peregrine-10-stSaucony Peregrine 10 ST119,95 € - 140,00 €Aquista Ora
ProsCons
Ammortizzazione aggiornata e più reattivacons I naselli la rendono inadatta alle superfici asfaltate
Piastra di roccia miglioratacons Il tallone stretto mi ha causato dolore al piede
Buon mix di stabilità e velocità
Trazione solida
Stimolazione del movimento naturale del piede

Allora cominciamo…

Testiamo il modello di trail, che è adatto non solo per il fuoristrada ma anche per le condizioni invernali.

Oggi passiamo in rassegna le scarpe da trail running Saucony Peregrine 10 ST. Ma non affrettatevi a chiudere il conto se non siete un trail runner. Ecco alcuni motivi per cui ho deciso di testare il Peregrino 10 ST.

Aquista Ora

In primo luogo, le scarpe da ginnastica da trail running sono la scelta migliore per l’inverno e il maltempo. Perché la ST e non il normale Peregrino? Per via del loro speciale sottopiede, di cui parlerò dopo. Inoltre, ho già corso sia nel Peregrino standard che nella versione ICE (e vi ho detto perché l’ICE non è così ghiacciato).

In secondo luogo, il Peregrine 10 ST era un’estensione del modello KOA che ho portato con me sulle montagne più umide e difficili. Il problema con la KOA era che avevano un aspetto strano e qualche difetto. I Peregrini sono adatti anche per le montagne fangose, ma hanno anche un aspetto molto migliore.

La ST nel nome del modello è sinonimo di terreno sciolto o morbido.


Entrambe le caratteristiche sono adatte: l’elemento di queste scarpe da ginnastica – pendii morbidi con una superficie difficile, fango, fanghiglia, neve.

READ  Recensione delle scarpe da ginnastica Saucony Ride 10
Aquista Ora

Specifica

  • destinazione – sentiero
  • Pronazione – neutrale.
  • peso – 320 g (taglia 9)
  • goccia – 4 mm
  • altezza del tacco – 28,5 mm
  • altezza della punta – 24,5 mm


Aspetto


La componente estetica è molto importante per me: una bella sneaker corre più veloce e sta meglio sul piede.

Saucony Peregrine 10 ST ha un design classico, che ripete quasi interamente lo standard Peregrine, che è cambiato molto qualche anno fa. Mi hanno anche ricordato la linea Salomon S/LAB con la loro silhouette, che è anche visivamente bella.

Aquista Ora

In alto


La tomaia è costituita da una fitta rete con impregnazione che impedisce all’umidità di penetrare rapidamente nella scarpa da ginnastica. Non è una membrana classica, quindi non aspettatevi di poter stare in piedi in una pozzanghera e rimanere con i piedi asciutti. Ma le scarpe da ginnastica si bagnano più lentamente delle normali scarpe da ginnastica, soprattutto se si applica periodicamente un trattamento speciale.

La maglia è densa, quindi dovrebbe durare a lungo, se, naturalmente, la si tiene pulita e la si lava subito dopo una corsa sporca. Non per bellezza, ma perché lo sporco serve come abrasivo che contribuisce a pulire più velocemente la rete.

Aquista Ora

Allacciatura

Si utilizzano i classici lacci piatti, ma ci sono un paio di elementi interessanti. Nella parte anteriore è previsto un anello per le ghette, o ghette come vengono chiamate. Non ho mai visto ghette Saucony in vendita, ma si dice che esistano. Se volete proteggere ulteriormente i vostri piedi dall’umidità, potete sperimentare

Al centro della lingua c’è una fascia elastica per i lacci, dove è conveniente posizionare gli anelli dei lacci legati. Questo impedisce che si svelino, il che è molto utile nelle condizioni del sentiero, dove rami e cespugli cercano costantemente di slegarli.

READ  Recensione delle scarpe da ginnastica Saucony Ride 10
Aquista Ora

Gli occhielli per i lacci sono raddoppiati: ce ne sono due coppie invece della solita. Questo aiuta a regolare più accuratamente l’allacciatura al piede.

Sottopiede e vestibilità

Le scarpe da ginnastica mi sono sembrate super rigide quando le ho acquistate. Ho esitato persino a portarli con me in montagna. Ma quella sensazione è letteralmente scomparsa dopo i primi chilometri. Il Peregrino 10 ST non ci ha messo molto ad abituarsi al mio piede, e poi non ho pensato molto alla loro rigidità. Inoltre, forse a causa della rigidità iniziale, mi sento un buon supporto interno per il piede in queste scarpe da ginnastica.

Aquista Ora

Questo modello utilizza FORMFIT, una tecnologia che è responsabile della comoda calzata del piede nella sneaker. La lingua è cucita alla base, questo impedisce che si muova sul piede.

La parte anteriore della sneaker ha una tenuta media. Mi piace questa calzata stretta, ma le persone con i piedi larghi possono essere un po’ strette, bisogna prendere le misure.

Intersuole o intersuola


L’intersuola è realizzata in materiale PWRRUN. Sembra una schiuma EVA standard (per saperne di più su questo e su altri materiali usa Saucony).

PWRRUN è una schiuma morbida e reattiva. Tra la suola esterna e la soletta c’è un piccolo strato di PWRRUN + schiuma tecnologicamente più avanzata, che rende la sneaker ancora più morbida.

Nelle sneakers da trail, questa morbidezza non si avverte tanto quanto nelle sneakers da strada a causa della piastra di roccia, una piastra per proteggere la suola dalle rocce. Ma i vantaggi della schiuma si manifestano negli allenamenti più lunghi, dove dopo 20 km i piedi chiedono solo di essere ammortizzati.

READ  Recensione delle scarpe da ginnastica Saucony Ride 10
Aquista Ora

Anche il Rockplate funziona. Ho provato le scarpe da ginnastica in montagna, e non ci sono stati problemi con le rocce o altri oggetti appuntiti.

Plantare


La base dell’imbottitura è PWRTRACT – grandi picchi direzionali. Sono davvero enormi e distanziati tra loro. Questo per garantire che meno sporcizia, sassi e neve si intasino nella suola. Questo lascia la sneaker più leggera e più maneggevole su superfici difficili.

Aquista Ora

Ma sull’asfalto, le punte morbide e alte si separano leggermente. La sensazione non è piacevole, quindi è meglio evitare l’asfalto.

Sarebbe stato bello se avessero lasciato l’opzione di personalizzazione nella suola, come nel Peregrine principale. Ho parlato di questo sistema nella mia recensione del Mad River TR.

Impressioni finali

Questa è la decima generazione dei Peregrini, e in quel periodo Saucony ha imparato a fare sneakers da trail versatile e di qualità.

Il Peregrine ST è difficile da definire versatile, poiché per raggiungere il loro pieno potenziale sono necessari maltempo, pioggia, fango e neve. Esattamente quello che dovremo affrontare nei prossimi mesi.

Se si ha la fortuna di evitare l’inverno, però, la linea ha qualche modello in più con un battistrada più “rilassato”.

Uso queste scarpe da ginnastica sia per corse lunghe che brevi, nei boschi, nel parco e persino in montagna. Mi piace anche il loro aspetto.

Lorenzo Begun

-300 giorni di funzionamento ogni anno -1500 km ogni anno -2 maratone ogni anno -4 mezze maratone ogni anno Salute Italia per tutti! Mail:robertlamp10[.@.]gmail.com

View all posts by Lorenzo Begun →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *