saucony triumph iso 4 recensione

Recensione delle scarpe da ginnastica Saucony Triumph ISO 4

La Saucony Triumph ISO 4 è la scarpa da corsa top della gamma, che può coprire facilmente i chilometri. Ho percorso più di 150 km con queste scarpe da ginnastica – e si sono comportate magnificamente.

La base del trainer utilizza un’intersuola EVERUN ultraleggera, che fornisce un grande ritorno di energia e si sente come se ti stesse spingendo in avanti. La tomaia è stata ridisegnata con la tecnologia ISOFIT. Il risultato è una tomaia che segue i movimenti naturali del tuo piede, espandendosi e contraendosi.

Questi aggiornamenti hanno reso queste scarpe da ginnastica fantastiche, e continuerò volentieri a indossarle.

Saucony Triumph ISO 4: Panoramica

La Triumph è la scarpa da ginnastica neutra all’avanguardia di Saucony. Con tutta la tecnologia di alto livello che l’azienda ha da offrire.

A volte, quando i produttori fanno questo genere di cose, porta alla creazione di scarpe tipo Frankenstein con un sacco di cose inutili e completamente diverse mescolate. Tuttavia, in questa scarpa, la migliore tecnologia si unisce per creare un modello veramente bello.

In termini di ammortizzazione e prezzo, il Triumph è simile a Brooks Glycerin, ASICS Nimbus, Nike Vomero e New Balance 1080. Dei modelli che ho testato finora, è il cross-trainer Triumph quello a cui do la palma.

Hanno davvero brillato nella maggior parte dei miei test drive, ad eccezione di due casi di cui parlerò più avanti.

Quando ho aperto la scatola, ho subito notato il fascino delle scarpe. Immediatamente c’era una voglia di correre in loro. L’ammortizzazione e la costruzione hanno reso queste scarpe un sogno che diventa realtà per l’allenamento quotidiano.

READ  Recensione di Saucony Peregrine 10 ST - scarpe da ginnastica da trail per fango e neve

Durante il nostro primo test drive, sono stati meravigliosi. Non hanno richiesto alcuno stiramento e la tomaia ISOFIT ha funzionato davvero bene.

Saucony Triumph ISO 4: base della scarpa

Saucony Triumph ISO 4: base della scarpa

La base della scarpa è stata riprogettata dall’inizio alla fine. Quindi, cominciamo con la suola.

La suola utilizza lo stesso materiale di gomma dei modelli precedenti, ma il layout del battistrada è stato cambiato.

Dove il modello precedente utilizzava lacune laterali nella suola per aumentare la flessibilità, la ISO 4 utilizza cinque lacune verticali per fornire più flessibilità laterale durante il passo.

La suola è una delle poche parti del modello che mi ha deluso. Manca il controllo completo dell’aderenza, che mi piace molto in diverse condizioni atmosferiche. La forza di presa è un po’ troppo elevata in caso di pioggia leggera, neve, ghiaccio.

La frizione era pompata, come previsto, su ghiaccio e neve. Tuttavia, questo non si è manifestato durante le corse su superfici bagnate o sotto una forte pioggia.

Passiamo all’intersuola, che fa emergere tutta la bellezza di queste scarpe da ginnastica. Per la prima volta, Saucony ha utilizzato il suo materiale EVERUN su tutta la lunghezza della scarpa. Questo fornisce un incredibile ritorno di energia durante il contatto del piede con la superficie di corsa.

Saucony Triumph ISO 4: base della scarpa

EVERUN si estende attraverso la parte superiore della suola per creare una sensazione di rimbalzo che ti spinge al prossimo movimento nel tuo passo naturale. Il ritorno di energia con ogni falcata è evidente, e apprezzerai particolarmente questa caratteristica quando avrai coperto una distanza decente.

Questi due strati di EVERUN lavorano davvero bene insieme per creare una guida confortevole. Il drop più aggressivo ma tradizionale di 8 mm da punta a punta (28 mm sotto il tallone) più un’ammortizzazione sufficiente ti offre comfort per lunghe maratone.

READ  Recensione delle scarpe da corsa Saucony Freedom ISO 2

Saucony Triumph ISO 4: Tomaia della scarpa

La base della scarpa è il punto forte, ma la tomaia del trainer è l’orgoglio della Triumph ISO 4. Non ho mai corso in una scarpa con una tomaia così confortevole.

Il materiale della tomaia in mesh è incredibilmente traspirante, ma non diventa poroso sui sentieri bagnati. I vostri piedi si bagneranno certamente, ma non al punto da causare gravi disagi.

La tecnologia ISOFIT aggiornata utilizzata in questo modello è davvero un prodotto di prima classe. I fori ISO ora si estendono oltre i primi due e coprono effettivamente l’intero sistema di allacciatura.

Questo significa che la tomaia si adatta perfettamente al tuo piede su tutta la linea. Questa tecnologia “blocca” il piede, pur lasciandolo mobile. È il tipo di sensazione che non ho mai provato con nessun’altra scarpa.

SO 4: Tomaia della scarpa

La scarpa non si accorcia né si sovradimensiona. E la tomaia è la più stretta nel tallone, passando per la metà del piede e allargandosi leggermente nella parte anteriore del piede. La vestibilità delicata della tomaia è ciò che ti terrà felice durante la tua corsa.

E ora i due casi in cui la scarpa non ha dato il meglio di sé. Durante le corse lunghe di 14 e 18 km, la linguetta della scarpa si sentiva come se si fosse staccata, trasformata in un grumo.

Tuttavia, questo non è successo durante le altre corse lunghe – da 10 a 20 km. Forse è successo perché avevo allacciato male le scarpe.

Saucony Triumph ISO 4: Conclusioni

Nel complesso, le Saucony Triumph ISO 4 sono tra le migliori sneakers con la massima ammortizzazione che ho provato. Combinando la migliore tecnologia, il produttore Saucony ha creato un prodotto culminante.

I pochi aspetti negativi che ho notato nei miei test non sono così significativi nello sfondo generale.

READ  Recensione delle scarpe da corsa Saucony Kinvara 10

Il prezzo di 160 dollari ne vale la pena. E se state cercando delle scarpe in questa fascia di prezzo, vi consiglio queste particolari scarpe da ginnastica.

Terrò d’occhio le vendite di questo modello per comprarne un altro paio. La Saucony Triumph ISO 4 è un ottimo allenatore.

Saucony Triumph ISO 4: Conclusioni

IL NOSTRO VERDETTO

La Saucony Triumph ISO 4 è la scarpa ammortizzata per eccellenza, abbastanza flessibile da tenere il passo.

Pro:

  • Eccellente ammortizzazione per tutte le situazioni di corsa.
  • Scarpa da corsa altamente flessibile con un facile accumulo di tempo verso l’alto.
  • La tomaia è morbida e di supporto
  • La tomaia ISOFIT si adatta al movimento naturale del piede

Contro:

  • La lingua si può ammassare durante le lunghe corse
  • Prezzo elevato

Lorenzo Begun

-300 giorni di funzionamento ogni anno -1500 km ogni anno -2 maratone ogni anno -4 mezze maratone ogni anno Salute Italia per tutti! Mail:robertlamp10[.@.]gmail.com

View all posts by Lorenzo Begun →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *